Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

integrazione retta anziani

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

integrazione retta anziani

Messaggio  Stef11 il Mar 27 Mar 2012 - 9:11

Gentili colleghi,
chiedo una delucidazione su un argomento a me poco chiaro e che in breve riassumo:
un anziano ricoverato presso una struttura, ha un tutore (figlio) che dispone del reddito del genitore e che da un certo periodo in poi non ha più provveduto al pagamento della retta dovuta.
L’istituto rigira il tutto a questo ente richiedendo l’integrazione economica del residuo dovuto al 31.12.2011 pari all’intera somma non versata.
Lo stesso sostiene che è il Comune obbligato per legge al pagamento della retta ed al recupero delle somme nei confronti dei parenti.
Il regolamento per l’accesso alle prestazioni sociali agevolate dell’Ambito recita: “l’integrazione ha luogo solo nel caso in cui l’anziano non sia in grado di far fronte, con il proprio reddito, il patrimonio mobiliare ed immobiliare, nonché la contribuzione dei parenti e donatori, obbligati per legge agli alimenti in rapporto alla loro condizione socio-economica, al pagamento dell’ammontare della retta”.
Mi chiedo: ma se l’anziano ha un tutore, tra l’altro il figlio, che ha prestato giuramento, che ha il potere di riscuotere nell’interesse del beneficiario gli emolumenti a lui dovuti a titolo pensionistico, non provvede al pagamento…. ma è logico che deve poi farlo il Comune??
Avendo fino ad ora ottenuto opinioni divergenti in merito sia dal legale dell’ente che da altri, chiedo cortesemente un vostro parere ed un vostro aiuto su come agire nel merito.
Grazie.

Stef11

Messaggi : 11
Data d'iscrizione : 02.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  Daredevil il Mar 27 Mar 2012 - 9:23

Credo di averne già scritto su altro post.
La situazione dovrebbe essere abbastanza lineare.
Molto dipendende dalla legislazione regionale in materia, ma i principi di fondo sono dettati dalla L. 328/2000.
In ultima analisi alla fine le questioni si riducono a pochi concetti base.
Innanzitutto il Comune è tenuto a pagare l'integrazione che credo sia pari ad 1/3 della retta solo nel caso che si tratti di un nullatenente o di un soggetto che abbia un reddito ISEE pari ad un certo importo ( in genere intorno agli 8000 euro, ma va controllato).
La giurisprudenza ha chiarito che il reddito da prendere come riferimento è quello del singolo soggetto beneficiario della prestazione, anche se ha un nucleo familiare di appartenenza, in pratica non si sommano.
Nel caso di specie credo che l'anziano abbia come unica fonte di reddito la pensione, mentre ti ricordo che essendo ricoverato non dovrebbe percepire l'indennità di accompagnamento che in ogni caso possono non dichiarare, perchè non fa cumulo.
Se il soggetto supera quel reddito il Comune sulla scorta di un proprio regolamento potrebbe prevedere una compartecipazione sul quel terzo a carico del Comune.

Daredevil

Messaggi : 476
Data d'iscrizione : 24.05.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  francodan il Mar 27 Mar 2012 - 9:54

il comune deve integrare nella misura occorrente a far fronte alla retta e non coperta con le sostanze e redditi personali dell'assistito...può rivalersi sull'eventuale patrimonio dell'assistito ma non sui familiari....alcune regioni tra cui la lombardia stanno intervenendo con apposite leggi e regolamenti per coinvolgere anche i familiari...diverse sentenze ad oggi escludono il concorso dei familiari....
avatar
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  Monica il Ven 30 Mar 2012 - 9:14

Sì, però in questo caso stiamo parlando NON del reddito del familiare, ma di quello dell'anziano RISCOSSO per suo conto dal figlio.
Secondo me il figlio si è impropriamente tenuto questo importo.

Il fatto che il Comune debba integrare per questo APPROPRIO INDEBITO non mi convince, ma non lo escluderei.
Cosa succederebbe se la struttura decidesse di non tenere l'anziano ricoverato per mancato pagamento della retta? Che il figlio dovrebbe farsi carico del padre, così come prevede il codice civile giusto?

Forse la cosa migliore sarebbe parlare col figlio facendogli balenare questa seconda ipotesi, magari si ravvede.
Io comunque non pagherei.

Monica

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 29.07.10
Località : Lombardia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  francodan il Sab 31 Mar 2012 - 0:28

la giurisprudenza è nel senso che il comune in caso di anziano infermo ricoverato presso rsa deve accollarsi le spese ,non potendo coinvolgere i familiari
il comune deve rivalersi sul reddito e patrimonio dell'assistito (da ultimo cass 4588 marzo 2012)
avatar
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  omar5263 il Lun 2 Apr 2012 - 1:03

Ritengo corretto quanto detto da Francodan.

Non mi risulta invece quanto sostenuto in merito all'indennità di accompagnamento.
Il riconoscimento di tale indennità prescinde dal fatto che la persona sia o meno ricoverata.

Nel nostro caso mi sembra comunque un po' difficile fare ipotesi precise.
Penso che il Comune anticipi la retta solo se la struttura è comunale, ma non credo proprio negli altri casi.
avatar
omar5263

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 03.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  francodan il Lun 2 Apr 2012 - 2:27

il comune concorre al pagamento della retta nella misura in cui il reddito (pensione)e il patrimonio dell'assistito sono insufficienti....in ogni caso la pensione dell'assistito non può essere sottratta e destinata ad altri scopi....pertanto il comune dovrebbe agire per evitare tale sottrazione e se l'assistito è infermo chiedere un eventuale nomina di amministratore di sostegno che curi adeguatamente le risorse dell'assistito...
avatar
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  Ospite il Gio 3 Mag 2012 - 2:20

francodan ha scritto:il comune concorre al pagamento della retta nella misura in cui il reddito (pensione)e il patrimonio dell'assistito sono insufficienti....in ogni caso la pensione dell'assistito non può essere sottratta e destinata ad altri scopi....pertanto il comune dovrebbe agire per evitare tale sottrazione e se l'assistito è infermo chiedere un eventuale nomina di amministratore di sostegno che curi adeguatamente le risorse dell'assistito...

Abbiamo il caso di un ricoverato in casa di riposo da un mese, su richiesta dei fratelli. Ora i fratelli chiedono al Comune una compartecipazione alla spesa. Non abbiamo un regolamento che disciplina la materia. Cosa dobbiamo fare?
Grazie

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  francodan il Gio 3 Mag 2012 - 2:24

il principio è che il comune concorre nella misura in cui sono insufficienti i redditi e il patrimonio del (solo )assistito...
cosa potete fare ..cercare di coinvolgere ,"volontariamente,i fratelli nel pagamento della retta(tenendo conto che al momento non sono obbligati)
avatar
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  Ospite il Ven 4 Mag 2012 - 7:14

francodan ha scritto:il principio è che il comune concorre nella misura in cui sono insufficienti i redditi e il patrimonio del (solo )assistito...
cosa potete fare ..cercare di coinvolgere ,"volontariamente,i fratelli nel pagamento della retta(tenendo conto che al momento non sono obbligati)

Anche se sono stati i fratelli a decidere il provvedimento senza coinvolgere preventivamente il Comune? I fratelli si sono già impegnati con la Casa di Riposo per il pagamento della retta.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  omar5263 il Ven 4 Mag 2012 - 8:27

Come già specificato in altri post occorre fare una netta distinzione tra utenti auto e non autosufficienti.
Un utente non è autosufficiente se l'unità competente dell'ASL lo ha riconosciuto come tale.
Solo in questi casi e solo per quella che viene detta quota alberghiera (1100 euro/mese circa) il comune è tenuto ad integrare quanto non pagato dall'assistito come puntualmente affermato da francodan e dalle sentenze citate.
Negli altri casi invece (ospite autosufficiente) il comune non ha obblighi.
(a parte ovviamente casi socialmente riconosciuti e per i quali sia stato elaborato un progetto di residenzialità)
Per assurdo altrimenti qualunque senza-tetto potrebbe andare in casa di riposo ed il comune paga...
avatar
omar5263

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 03.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  francodan il Sab 5 Mag 2012 - 0:53

per essere a carico del comune deve essere chaiaramente non autosufficiente e deve trattarsi di spesa assistenziale..perchè se fosse sanitaria dovrebbe intervenire l'asl
avatar
francodan

Messaggi : 6152
Data d'iscrizione : 07.10.10
Località : 4 comuni e una unione in bassa lomellina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: integrazione retta anziani

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum