Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

interessi legali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

interessi legali

Messaggio  roberto de paola il Gio 11 Dic 2014 - 2:39

a seguito della sentenza della Corte di Cassazione di luglio u.s. n. 12566 si osserva che l'accertamento e la liquidazione dei crediti pecuniari del lavoratore per differenze retributive debbono essere effettuati al lordo delle ritenute fiscali, atteso che il meccanismo di queste ultime si pone in relazione al distinto rapporto d'imposta, sul quale il giudice chiamato all'accertamento ed alla liquidazione delle spettanze retributive (come pure all’assegnazione delle relative somme in sede di esecuzione forzata) non ha il potere d'interferire, anche perché il lavoratore le vedrà assoggettate a tassazione, secondo il criterio cd. di cassa e non di competenza, soltanto una volta che le avrà percepite, potendo peraltro scegliere modalità di applicazione di aliquote più favorevoli, in rapporto al carattere eccezionale della fonte di reddito nel caso concreto.

per quanto riguarda gli interessi legali, questi ultimi devono seguire le stesse indicazioni delle differenze retributive o il sostituto d'imposta è tenuto a sottoporle a tassazione ordinaria e liquidare quindi il netto??

roberto de paola

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 06.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  Paolo Gros il Gio 11 Dic 2014 - 2:42

questi ultimi devono seguire le stesse indicazioni delle differenze retributive
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: interessi legali

Messaggio  roberto de paola il Gio 11 Dic 2014 - 4:15

quindi faranno cumulo al reddito dell'anno di riferimento degli stessi?

es: 10.500 euro differenza retributiva 2005
2.200 euro circa interessi.

i 2200 sul cud dovrò inserirli come anno 2005 sommati alle diff. retributive per un totale di 12.700 euro, giusto?

roberto de paola

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 06.06.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: interessi legali

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum