Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

falsa residenza

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

falsa residenza

Messaggio  gabri48 il Mer 27 Nov 2013 - 5:19

Da oltre 2 anni due coniugi sono separati con sentenza del tribunale. Lei ha l'affidamernto dei figli e l'assegnazione esclusiva della casa, lui da oltre due anni è tornato a vivere coi genitori in altro Comune e lì lavora, ma continua ad avere la residenza nella stessa abitazione della moglie anche se con stato di famiglia separato. Nonostante la segnalazione scritta fatta dalla moglie ai due Comuni, quello dove vive effettivamente ha risposto picche ( che non è vero che dimora in quel Comune ) per cui pare che non sia possibile perciò procedere alla cancellazione anagrafica nel Comune dove è certo che non risiede più. Al censimento 2011 lei si è censita con i figli nella casa di effetiva dimora
lui con foglio di censimento a parte, da lui compilato, censendosi come persona sola e indicando come abitazione ( fittizia ) quella stessa occupata dalla ex moglie. Non vuole sentire ragioni di trasferirsi dove abita effettivamente e stabilmente perchè probabilmente intende avvantaggiarsi della residenza fittizia per accedere a benefici vari ivi compresa l'assegnazione di alloggi ERP. L'ex moglie sollecita la cancellazione da questa Anagrafe. Cosa si può fare dopo oltre due anni e senza doverne attendere inutilmente altri? L'Ufficiale d'anagrafe, data questa situazione, è responsabile nel certificare la residenza fasulla finalizzata ad ottenere benefici ed agevolazioni varie?

gabri48

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 15.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Merlino06 il Mer 27 Nov 2013 - 10:12

Buonasera,
La prassi doverebbe essere la seguente: se ci sono irregolarità nella residenza delle persone, l'Ufficiale di Anagrafe sollecita l'intervento della PL per accertare la veridicità della residenza di soggetti per i quali si è venuti a conoscenza di fatti che portino a pensare ragionevolmente che la residenza non sia più in quel luogo. Il tutto supportato da ulteriori conferme raccolte dagli stessi agenti di PL.
Se dopo tre interventi la persona non viene trovata in casa per si considera "Irreperibile" con quanto ne consegue.

Del resto, tutto ciò viene confortato da un articolo del dicembre 2012 che si trova anche in internet (http://www.ladige.it/articoli/2012/12/10/false-residenze-controlli-tappeto-prima-denuncia), relativo alla prassi che viene attuata in Trentino, precisamente a Moana e che riporto:

"Per una legge del maggio 2012 è prevista la segnalazione alla Procura di tutti coloro che dichiarano situazioni non reali con l'intento di eludere i controlli del Comune in materia di iscrizioni anagrafiche...........
In materia di iscrizione anagrafica scendono in campo gli agenti della polizia locale per verificare la veridicità di quanto sottoscritto dai cittadini. Se prima i vigili urbani erano chiamati a effettuare sopralluoghi preventivi (solo dopo l'ok dell'agente accertatore, l'ufficio comunale procedeva con la registrazione anagrafica), ora le verifiche avvengono in una fase successiva all'autocertificazione.
Succede dunque che l'ufficiale d'anagrafe può chiedere agli agenti della polizia locale eventuali accertamenti relativi alla residenza. Se vengono scoperte falsità, ne risponderà in tribunale l'autore stesso della dichiarazione mendace.
Tutt'oggi, in tutto il Trentino sono dunque in corso controlli a tappeto.
Intanto alla procura di Trento è arrivata la prima segnalazione dei vigili urbani di Moena: ad essere denunciata per false dichiarazioni è una giovane donna romena che si trova in val di Fassa per lavorare come stagionale e la cui ultima residenza in Italia risultava in Calabria. La donna aveva dichiarato di vivere nella stessa abitazione della sorella, ma in quella via ed in quell'appartamento gli agenti della polizia locale non l'hanno mai trovata. Per legge sono tre i passaggi che gli agenti sono obbligati ad effettuare, seguiti da ulteriori indagini. Ma le verifiche a 360 gradi hanno portato a risultati tutti negativi. Anzi, la donna era stata vista entrare ed uscire da un altro appartamento a Moena. È dunque scattata la segnalazione per falsa attestazione a pubblico ufficiale".

Dunque, ad oggi è anche prevista (giustamente a mio avviso) la denuncia alla Procura.

Buona serata

Merlino06

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 29.02.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

per la precisione

Messaggio  carlomagno il Mer 27 Nov 2013 - 10:33

" Per legge sono tre i passaggi che gli agenti sono obbligati ad effettuare" non mi risulta proprio comunque se sbaglio per cortesia mi dici che legge indica 3 accertamenti.
secondo ; e quasi impossibile dimostrare una falsa dichiarazione di residenza in quanto non e sufficiente non trovare la persona li ma bisogna perchè l accusa regga in tribunale bisogna trovare dove vive realmente.
Nel penale l accusato può non dire nulla (o anche dire il falso).
Inoltre il reato e non quando uno non vive li ma sussiste solo quando "uno dichiara falsamente in un preciso momento".
E praticamente difficilissimo da provare.

carlomagno

Messaggi : 1044
Data d'iscrizione : 25.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  gabri48 il Mer 27 Nov 2013 - 10:51

Merlino06 ha scritto:Buonasera,
La prassi doverebbe essere la seguente: se ci sono irregolarità nella residenza delle persone, l'Ufficiale di Anagrafe sollecita l'intervento della PL per accertare la veridicità della residenza di soggetti per i quali si è venuti a conoscenza di fatti che portino a pensare ragionevolmente che la residenza non sia più in quel luogo. Il tutto supportato da ulteriori conferme raccolte dagli stessi agenti di PL.
Se dopo tre interventi la persona non viene trovata in casa per si considera "Irreperibile" con quanto ne consegue.

Del resto, tutto ciò viene confortato da un articolo del dicembre 2012 che si trova anche in internet (http://www.ladige.it/articoli/2012/12/10/false-residenze-controlli-tappeto-prima-denuncia), relativo alla prassi che viene attuata in Trentino, precisamente a Moana e che riporto:

"Per una legge del maggio 2012 è prevista la segnalazione alla Procura di tutti coloro che dichiarano situazioni non reali con l'intento di eludere i controlli del Comune in materia di iscrizioni anagrafiche...........
In materia di iscrizione anagrafica scendono in campo gli agenti della polizia locale per verificare la veridicità di quanto sottoscritto dai cittadini. Se prima i vigili urbani erano chiamati a effettuare sopralluoghi preventivi (solo dopo l'ok dell'agente accertatore, l'ufficio comunale procedeva con la registrazione anagrafica), ora le verifiche avvengono in una fase successiva all'autocertificazione.
Succede dunque che l'ufficiale d'anagrafe può chiedere agli agenti della polizia locale eventuali accertamenti relativi alla residenza. Se vengono scoperte falsità, ne risponderà in tribunale l'autore stesso della dichiarazione mendace.
Tutt'oggi, in tutto il Trentino sono dunque in corso controlli a tappeto.
Intanto alla procura di Trento è arrivata la prima segnalazione dei vigili urbani di Moena: ad essere denunciata per false dichiarazioni è una giovane donna romena che si trova in val di Fassa per lavorare come stagionale e la cui ultima residenza in Italia risultava in Calabria. La donna aveva dichiarato di vivere nella stessa abitazione della sorella, ma in quella via ed in quell'appartamento gli agenti della polizia locale non l'hanno mai trovata. Per legge sono tre i passaggi che gli agenti sono obbligati ad effettuare, seguiti da ulteriori indagini. Ma le verifiche a 360 gradi hanno portato a risultati tutti negativi. Anzi, la donna era stata vista entrare ed uscire da un altro appartamento a Moena. È dunque scattata la segnalazione per falsa attestazione a pubblico ufficiale".

Dunque, ad oggi è anche prevista (giustamente a mio avviso) la denuncia alla Procura.

Buona serata
Grazie! Ma le norme vigenti in Trentino valgono anche in tutta Italia? A parte la denuncia penale quando tempo passa per concretizzarsi la cancellazione anagrafica attraverso le procedure amministrative? Se la PL del comune dove lui abita effettivamente dichiara il falso affermando che non vi abita, e la PL di questo comune afferma a sua volta il falso sostenendo che invece abita qui, forse dovrebbero entrambe essere denunciate insieme all'interessato E' chiaro che tutto questo avviene per ottenere l'assegnazione di una casa erp...e con la compiacenza di qualche amm. locale, come è probabile che resti danneggiato e senza casa chi ne ha pienamente diritto. Come fare allora per soddisfare la legalità senza esporsi troppo o " compromettersi "? Grazie


gabri48

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 15.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  Paolo Gros il Mer 27 Nov 2013 - 23:27

temo sommessamente occorrera' aspettare il prossimo censimento per la cancellazione
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  gabri48 il Gio 28 Nov 2013 - 1:16

Paolo Gros ha scritto:temo sommessamente occorrera' aspettare il prossimo censimento per la cancellazione
Il fatto è che il problema si pose già al censimento scorso e si pensava di averlo risolto censendo solo moglie e figli in quell'abitazione ( come in effetti è ) x poi procedere a cancellaz. marito x irreperibilità. Evidentemente però il marito si è censito qui per conto suo (su suggerimento di qualcuno) e così siamo a punto da capo. Non capisco su quali elementi si basi l'accertamento della PL visto che qui non ci lavora, non ha una casa, non ha utenze intestate nè paga tributi ecc. ecc. Fra poco dovrebbe uscire la graduatoria di assegnaz. alloggi erp ma se non c'è nessuno che fa ricorso non succederà proprio nulla, in barba alle leggi ed alla legalità. Non è giusto perchè il cittadino onesto non può immaginare che sia proprio la P.A. a violare la legge.....Comunque ringrazio tutti quelli che potranno dare suggerimenti utili

gabri48

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 15.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Merlino06 il Gio 28 Nov 2013 - 1:59

Paolo Gros ha scritto:temo sommessamente occorrera' aspettare il prossimo censimento per la cancellazione

gabri48 ha scritto:Il fatto è che il problema si pose già al censimento scorso e si pensava di averlo risolto censendo solo moglie e figli in quell'abitazione ( come in effetti è ) x poi procedere a cancellaz. marito x irreperibilità. Evidentemente però il marito si è censito qui per conto suo (su suggerimento di qualcuno) e così siamo a punto da capo. ..................Comunque ringrazio tutti quelli che potranno dare suggerimenti utili
Buongiorno a tutti.
Io su questo non sono d'accordo. Per spiegarmi meglio, il censimento è stato appena fatto e risulta innanzitutto strano che il signore si sia censito per conto suo e non negli stessi moduli che ha presentato la moglie (con i figli)!
Inoltre, se si raccolgono le deposizioni della moglie che attestano che non è residente in quell'immobile insieme a lei, il fatto che non risiede nel Comune in oggetto, le testimonianze del caso, non vedo come sia possibile che di fronte a tutto ciò non gli si debbano necessariamente chiedere delle spiegazioni che, a questo punto, se non plausibili, devono dare luogo ad una denuncia per dichiarazioni mendaci.
Del resto, se si incominciassero a spedire delle AR con la richiesta di presentarsi all'Ufficio Anagrafe per chiarimenti e queste non vengono ritirate, un motivo ci sarà! Sarebbe un primo passo per appurare la verità!
Se tutto ciò non è possibile, allora è proprio vero che il mondo è dei furbi.

carlomagno ha scritto:" Per legge sono tre i passaggi che gli agenti sono obbligati ad effettuare" non mi risulta proprio comunque se sbaglio per cortesia mi dici che legge indica 3 accertamenti........................E praticamente difficilissimo da provare
Sono d'accordo, ma se incominciano a esserci tre passaggi a cui aggiungere tutto quanto esposto sopra, direi che l'onere della prova, a questo punto, spetti anche al signore che non risiede nel Comune.
E se non si presenta, non lo si riesce mai a trovare e ci sono le dichiarazioni e testimonianze, direi che sarebbe opportuno considerarlo irreperibile.
Capisco che sia tutto molto vago, ma almeno provarci, perchè non si può continuare a sopportare queste situazioni.
Non si vuole cambiare il mondo, ma almeno cercare di dare un minimo di legalità e giustizia alle cose sarebbe opportuno nel nostro paese.

Merlino06

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 29.02.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

RE

Messaggio  Paolo Gros il Gio 28 Nov 2013 - 2:06

LA PRASSI

La cancellazione per irreperibilità accertata avviene:

a seguito delle risultanze delle operazioni del censimento generale della popolazione;
ovvero, quando a seguito di ripetuti accertamenti, opportunamente intervallati, la persona sia risultata irreperibile;
nonchè per cittadini stranieri, per irreperibilità accertata ovvero per effetto per il mancato rinnovo della dichiarazione di dimora abituale, trascorsi sei mesi dalla scadenza del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno, previo avviso da parte dell'ufficio a provvedere nei successivi 30 giorni.

L’avvio della procedura per irreperibilità accertata avviene:

- d’ufficio sulla base di informazioni pervenute all’ufficio anagrafe. Le relative segnalazioni possono pervenire da altri Comuni o Enti, nonché da cittadini privati su comunicazione scritta e circostanziata, con l'indicazione di tutti gli elementi atti a dimostrare quanto dichiarato ed allegando fotocopia del documento di riconoscimento (vedi la modulistica allegata). La segnalazione non avrà effetti immediati, ma darà modo all'Ufficio Anagrafe di verificare la posizione anagrafica degli interessati e, sulla base dei riscontri effettuati, adottare gli opportuni provvedimenti.

La cancellazione dall'anagrafe per irreperibilità accertata

Il procedimento di cancellazione dall'anagrafe per irreperibilità accertata prevede la comunicazione di avvio del procedimento agli interessati, nonché una serie di verifiche opportunamente intervallate nell'arco di dodici mesi. Qualora gli accertamenti confermino la mancata reperibilità si provvederà alla relativa cancellazione, trasmettendo le prescritte comunicazioni.


direi meno parole e piu' azioni
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Merlino06 il Gio 28 Nov 2013 - 6:05

Paolo Gros ha scritto:LA PRASSI

La cancellazione per irreperibilità accertata avviene:

   a seguito delle risultanze delle operazioni del censimento generale della popolazione;
  ovvero, quando a seguito di ripetuti accertamenti, opportunamente intervallati, la persona sia risultata irreperibile;......................
   ..................................Qualora gli accertamenti confermino la mancata reperibilità si provvederà alla relativa cancellazione, trasmettendo le prescritte comunicazioni.


direi meno parole e piu' azioni

D'accordissimo.
Buon lavoro a tutti

Merlino06

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 29.02.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  gabri48 il Gio 28 Nov 2013 - 9:55

Merlino06 ha scritto:
Paolo Gros ha scritto:temo sommessamente occorrera' aspettare il prossimo censimento per la cancellazione
gabri48 ha scritto:Il fatto è che il problema si pose già al censimento scorso e si pensava di averlo risolto censendo solo moglie e figli in quell'abitazione ( come in effetti è ) x poi procedere a cancellaz. marito x irreperibilità. Evidentemente però il marito si è censito qui per conto suo (su suggerimento di qualcuno) e così siamo a punto da capo. ..................Comunque ringrazio tutti quelli che potranno dare suggerimenti utili
Buongiorno a tutti.
Io su questo non sono d'accordo. Per spiegarmi meglio, il censimento è stato appena fatto e risulta innanzitutto strano che il signore si sia censito per conto suo e non negli stessi moduli che ha presentato la moglie (con i figli)!
Inoltre, se si raccolgono le deposizioni della moglie che attestano che non è residente in quell'immobile insieme a lei, il fatto che non risiede nel Comune in oggetto, le testimonianze del caso, non vedo come sia possibile che di fronte a tutto ciò non gli si debbano necessariamente chiedere delle spiegazioni che, a questo punto, se non plausibili, devono dare luogo ad una denuncia per dichiarazioni mendaci.
Del resto, se si incominciassero a spedire delle AR con la richiesta di presentarsi all'Ufficio Anagrafe per chiarimenti e queste non vengono ritirate, un motivo ci sarà! Sarebbe un primo passo per appurare la verità!
Se tutto ciò non è possibile, allora è proprio vero che il mondo è dei furbi.

carlomagno ha scritto:" Per legge sono tre i passaggi che gli agenti sono obbligati ad effettuare" non mi risulta proprio comunque se sbaglio per cortesia mi dici che legge indica 3 accertamenti........................E praticamente difficilissimo da provare
Sono d'accordo, ma se incominciano a esserci tre passaggi a cui aggiungere tutto quanto esposto sopra, direi che l'onere della prova, a questo punto, spetti anche al signore che non risiede nel Comune.
E se non si presenta, non lo si riesce mai a trovare e ci sono le dichiarazioni e testimonianze, direi che sarebbe opportuno considerarlo irreperibile.
Capisco che sia tutto molto vago, ma almeno provarci, perchè non si può continuare a sopportare queste situazioni.
Non si vuole cambiare il mondo, ma almeno cercare di dare un minimo di legalità e giustizia alle cose sarebbe opportuno nel nostro paese.
(gabri48)
Mi conforta il fatto che siate in tanti a pensarla come me. Il problema esiste ma nel caso da me prospettato è solo perchè la politica si intromette e si sostituisce troppo spesso alla legge La procedura di cancellazione sarebbe abbastanza semplice anche se lunga. Comunque desidero sottolineare che si tratta di coppia separata in cui alla  ex moglie è stata assegnata la casa coniugale ed affidati i figli in questo comune. Lui è tornato a vivere con genitori in altro comune ed ivi lavora ; ogni tanto viene a prendere i figli.  E'ovvio che abbia interesse a mantenere qui la residenza perchè evidentemente qualcuno gli ha fatto delle promesse.  La moglie ha già segnalato formalmente e sollecitato più volte e l'unica cosa che è riuscita ad ottenere, dopo tanto,  è lo sdoppiamento dello stato di famiglia. Ha rischiato perfino di perdere gli assegni famigliari perchè lui si rifiutava di dichiarare i propri redditi  e di firmare la relativa dichiarazione. all'inps.   L'inps dal canto suo , trovandolo nello stesso stato di famiglia, pretendeva la sua firma e la sua situazione reddituale, pur essendo in possesso della sentenza di separazione. Assurdo! Certe procedure a mio avviso dovrebbero essere attuate d'ufficio sulla base delle risultanze degli accertamenti ( se fatte con un minimo di serietà ) lasciando poi che sia l'interessato  ( colui che si trova nella posizione irregolare ) a difendere eventualmente  le proprie ragioni ( ammesso che ne abbia ) . Invece accade troppo spesso il contrario e cioè che deve essere la vittima delle illegalità o irregolarità  o omissioni ( anche della P.A.) a dover intraprendere azioni e procedimenti anche legali. esponendosi quasi sempre  a ritorsioni...

gabri48

Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 15.01.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  Paolo Gros il Gio 28 Nov 2013 - 23:39

...se si raccolgono le deposizioni della moglie ...

ma stiamo parlando di uffici comunali o della Digos !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Merlino06 il Dom 1 Dic 2013 - 3:29

Paolo Gros ha scritto:...se si raccolgono le deposizioni della moglie ...

ma stiamo parlando di uffici comunali o della Digos !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Buongiorno Paolo,
vero anche questo, mi sono espresso male. Volevo dire che, nel momento in cui si fanno le verifiche, la PL potrebbe chiedere alla moglie separata che vive nell'immobile in oggetto una dichiarazione sottoscritta dalla stessa in cui attesta che è separata e che il marito non abita più in quella casa dal giorno ........
Sarebbe una cosa in più da produrre agli atti per una futura dichiarazione di irreperibilità del soggetto.
Magari sbaglio, ma non si possono sempre lasciare le cose sospese a vantaggio dei più furbi.

Merlino06

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 29.02.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Ospite il Dom 1 Dic 2013 - 8:50

Esperienza personale.
Persona che ha residenza presso questo Comune ma non dimora.
Iniziamo la pratica con notifica all'interessata, più di cento sopralluoghi in giorni festivi e non, ore pasti e cene per ben 14 mesi consecutivi ( esiste circolare Istat e ministero interno che parla di ripetuti sopralluoghi intervallati nel tempo, altro che tre).
Oltre ai sopralluoghi, interviste ai vicini di casa, portalettere, operatore raccolta rifiuti che confermano che la casa non è abitata da nessuno da parecchi anni.
Verifiche triennali di consumi acqua, elettricità, gas ovviamente negativi.
Emessi nel frattempo accertamenti ICI anni pregressi ,impugnati dalla contribuente presso la CTP e regolarmente (due volte) respinti. La CTP sostiene che il Comune ha ampiamente dimostrato che la contribuente non abita in quella casa.
Al termine dichiariamo e notifichiamo regolarmente l'irreperibilità.
Ricorso della contribuente al Prefetto king  ....che... chiama il Sindaco  e ....fa le pulci a noi, perchè " insomma è una cosa grave dichiarare l'irreperibilità a un cittadino"!!!!!!!!!!!!!!!scratch 
Attendiamo ora il responso prefettizio, certo è che, se potessi tornassi indietro, lascerei perdere. Sleep

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

nel caso di ricorso

Messaggio  carlomagno il Dom 1 Dic 2013 - 9:00

di norma il prefetto invia i carabinieri x verificare

carlomagno

Messaggi : 1044
Data d'iscrizione : 25.08.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Ospite il Lun 2 Dic 2013 - 6:40

carlomagno ha scritto:di norma il prefetto invia i carabinieri x verificare
In un Paese normale sarebbe la soluzione ideale, se proprio non crede alle nostre prove, che sono state trasmesse documentate con foto, verbali e bollette.

Mi sa che i carabinieri li manda a noi...sai com'è...quando c'è il parlamentare di turno che ci ficca il naso.
A buon intenditor poche parole.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

raccolta firme per ricorso al tar

Messaggio  Sergio Gunnella il Dom 16 Mar 2014 - 8:16

Tre anni fa, insieme a altri 365 cittadini, con l' aiuto di un legale,è stato inoltrato un ricorso al TAR dell'Umbria.Tale ricorso è stato respinto e i 366 ricorrenti sono stati condannati 'al pagamento delle spese di giudizio (€ 4.760,00) in solido e in parti uguali' da rifondersi al resistente, Provincia di Terni.L'avvocato incaricato dalla Provincia di TR al recupero, ha precettato al pagamento di tale cifra uno solo dei 366 firmatari.Quest'ultimo,una volta saldato il suo debito,dovrà perciò attivarsi,in proprio,al recupero della parte spettante a ciascun ricorrente.Tuttavia la cosa appare del tutto improbabile,dal momento che le 366 firme risultano prive dei dati anagrafici completi del firmatari,sia da quanto risulta dalle schede originali di raccolta redatte dal legale,che dall'elenco del ricorso e quello della sentenza.Va detto che il legale incaricato,contattato da chi ha provveduto al saldo,ha risposto candidamente di non disporre al momento delle informazioni richieste,ma che farà del suo meglio per potergliele far avere quanto prima.La mia domanda è questa:esiste una normativa indicante le modalità legali per la raccolta delle firme dei ricorrenti?L'avvocato che si incarica di redigere l'elenco di queste firme, è responsabile di eventuali errori e/o omissioni?Grazie. Sergio Gunnella

Sergio Gunnella

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 16.03.14

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

re

Messaggio  Paolo Gros il Lun 17 Mar 2014 - 0:45

...L'avvocato che si incarica di redigere l'elenco di queste firme, è responsabile di eventuali errori e/o omissioni...

non lo e' in solido a meno che si riesca a dimostrare che abbia epsressamente c voluto creare un danno , cosa improbabile e difficilmente dimostrabile
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: falsa residenza

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum