Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

Liberalizzazione orari esercizi commerciali

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Liberalizzazione orari esercizi commerciali

Messaggio  Biagio Cistulli il Mer 24 Ago 2011 - 23:08

Con la manovra aggiuntiva e precisamente con l' introduzione della lettera d-bis a modifica dell' aert. 3 del DL 223/2006 gli esercizi commerciali possono rimanere aperti 24 ore al giorno. Il problema sorge per gli esercizi di somministrazione (bar e ristoranti) che se non sono all' interno di ipermercati non hanno la stessa facoltà. Visto che gli orari per questa tipologia di esercizi viene stabilita dal sindaco con propria ordinanza è possibile che lo stesso dilati gli orari di apertura e chiusura degli esercizi di somministrazione?

Biagio Cistulli

Messaggi : 36
Data d'iscrizione : 03.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Orari

Messaggio  Paolo Gros il Gio 25 Ago 2011 - 0:04

Gli orari di apertura e chiusura degli esercizi pubblici di somministrazione sono regolamentati dalla legge 287/1991 o dalle leggi di cui le diverse regioni si sono dotate, seppur mantenendo sempre l'impostazione della legge statale che impone ai sindaci di determinare, anche con riferimento alle diverse zone urbane, l'orario minimo e massimo che ogni esercente è tenuto a rispettare. Da ciò ne consegue che non è ammessa per bar, ristoranti, pub, pizzerie che dir si voglia, l'apertura ininterrotta 24 ore su 24. Sta di fatto che con il dl 98/2011 (conv. legge 111/2011) il legislatore nazionale, nell'ottica di rimuovere qualsiasi vincolo posto agli operatori economici e nell'ottica quindi di dare attuazione ai principi costituzionali costantemente ribaditi, ha compiuto un passo che determina rilevanti problemi sul piano anti-concorrenziale. Più esplicitamente, il governo, con l'articolo 35, comma 6, del dl 138/2011 ha inserito un' ulteriore facoltà rispetto a quelle contenute nell'art. 3 del dl 223/2006 (conv. legge 248/2006) . In sostanza, il suddetto articolo 3 aveva individuato alcuni divieti che non potevano essere imposti nei settori economici e, tra questi, quello di assoggettare ad autorizzazione preventiva «il consumo immediato dei prodotti di gastronomia presso gli esercizi di vicinato (meno di 250 mq) utilizzando i locali e gli arredi dell'azienda con l'esclusione del servizio assistito di somministrazione e con l'osservanza delle prescrizioni igienico-sanitarie». In pratica, ai negozianti viene consentito di svolgere attività analoga a quella svolta dalla ristorazione. Peraltro, in molte regioni, la facoltà prevista per i negozi di vicinato è stata estesa a tutte le tipologie commerciali e quindi anche alle grandi strutture di vendita, come risulta evidente a tutti coloro i quali hanno modo di frequentare gli ipermercati che hanno realizzato all'interno dell'area di vendita una destinata alla ristorazione. Con l'introduzione della lettera d)-bis a modifica dell'art. 3 del dl 223/2006, quindi, i negozi possono rimanere aperti 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno e durante la loro apertura possono consentire il consumo sul posto di quanto è stato acquistato. Analoga facoltà, invece, viene preclusa ai tradizionali esercizi pubblici, quali bar e ristoranti. Ciò in quanto, evidentemente, la nuova facoltà riguarda gli esercizi di vendita e non quelli della somministrazione per i quali non vige l'obbligo della chiusura domenicale.
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liberalizzazione orari esercizi commerciali

Messaggio  MarcantonioBragadin il Mer 11 Gen 2012 - 6:37

Grazie mille, Paolo. Sto cercando una nota ufficiale di qualche associazioni di categoria o del ministero per questo aspetto, di estrema rilevanza...

MarcantonioBragadin

Messaggi : 220
Data d'iscrizione : 05.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Liberalizzazione orari esercizi commerciali

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum