Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

Pignoramento presso terzi - ritenute ed equitalia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Pignoramento presso terzi - ritenute ed equitalia

Messaggio  auzal il Mer 27 Mar 2013 - 16:21

Come Ente locale, abbiamo proceduto prima del pagamento di una fattura ad una ditta fornitrice a richiedere il durc che è poi risultato irregolare sia rispetto all'inail che all'inps. Il pagamento della fattura è ad oggi sospeso anche perchè nel frattempo è intervenuta una procedura di pignoramento c/ terzi in dato che la suddetta ditta non ha pagato gli stipendi ai propri dipendenti. Nonostante al giudice sia stata fatta presente per iscritto l'irregolarità contributiva riscontrata con il DURC, il giuduìice non ne ha tenuto conto ed ha disposto alla Provincia di liquidare direttamente in favore dei creditori pignoratizi (dipendenti della ditta) sia le retribuzioni sia le spese di lite (non distratte) andando così ad esaurire tutto il credito vantato dalla ditta fornitrice. I dipendenti hanno poi notificato all'Amministrazione la procura all'incasso data al proprio legale per l'incasso di tutto quanto loro dovuto in forza del provvedimento del giudice. Si chiede quale sia la somma da assoggettare alla ritenuta del 20% sui pignoramenti (cod 1049) (solo le spese di lite o anche le retribuzioni??) ed inoltre, a chi devoono essere emesse le certificazioni fiscali?. Sembrerebbe non ravvisarsi la fattispecie della doppia ritenuta. Inoltre, le somme dovute a ciascun creditore pignoratizio, se considerate singolarrmente, non superano i 10.000 euro. Tale cifra viene però superata qualora si considerano nel loro complesso tutte le spese di lite che saranno corrisposte all'unico legale che rappresenta tutti i creditori pignoratizi e che emettererà notule separate per ciascuno di essi. In tal caso, deve essere fatta la verifica di equitalia di cui all'art. 48 bis? e se si, su che somma (solo sulle spese di lite?? o sul tutta la somma incassata dal legale in nome e per conto dei propri clienti??). Si chiede ciò in quanto il legale potrebbe anche trovarsi in una situazione di inadempienza verso l'erario. Si chiedere un vostro cortese parere in merito a quanto sopra. Grazie

auzal

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 27.03.13

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Equitalia

Messaggio  Paolo Gros il Mer 27 Mar 2013 - 23:57

la norma suul limite dei diecfimila euro e' oltremodo chiara derivando che andra' effettuato controllo su tutta la somma incassata dal legale
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum