Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

residenze turistico alberghiere

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

residenze turistico alberghiere

Messaggio  carlino il Mar 25 Set 2012 - 9:17

un immobile inserito in un complesso edilizio che è stato realizzato con regolare concessione edilizia rilasciata con destinazione d'uso "residenza turistico alberghiera" viene trasferito dal costruttore - che ha beneficiatyo di contributi regionali - senza che, in sede di rogito, il Notaio evidenziasse tale destinazione d'uso, ma invece richiamando regolamenti condominiali e tabelle millesimali (facendo pensare solo ad un acquisto di una casa in condominio, e non come RTA).
L'appartamento in questione (e tutti gli altri del complesso) vengono usati come seconda casa ed in qualche caso come abitazione principale (acquisto con i benefici di prima casa?) con tanto di residenza anagrafica lì trasferita.
Il Comune contesta l'uso non conforme alla destinazione, a seguito di un procedimento dell'autorità giudiziaria che, evidentemente, ha avuto notizia di reato, consumato ai danni degli ignari acquirenti.
L'atto di vendita, sebbene non ponga in evidenza che il trasferimento riguardasse una RTA, con conseguente responsabilità del notaio, dovrebbe essere valido solo che l'uso impresso dovrebbe essere comunque quello per cui la concessione è stata rilasciata.
domanda:
è possibile, per i proprietari, essere autorizzati ad un uso conforme alla destinazione ("licenza per dare in affitto per periodi di almeno 7 giorni") con una sorta di sanatoria (salvo il diritto di costituirsi parte civile nel processo penale per l'acquirente truffato) anche per singolo appartamento?
Twisted Evil

carlino

Messaggi : 17
Data d'iscrizione : 05.07.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Rta

Messaggio  Paolo Gros il Mar 25 Set 2012 - 23:26

E' sicuramente possibile in quanto agli atti dell'ente tali immobili sono di fatto RTA e l'autorizzazione corrisponderebbe a quanto identificato urbanisticamente in comune.
Tutto il resto e' questione di natura privata
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum