Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

modifica statutaria

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

modifica statutaria

Messaggio  levizz il Sab 28 Lug 2012 - 14:52

Una legge regionale della Sicilia introduce nell'ordinamento degli EE.LL. l'istituto della revoca del presidente del consiglio comunale e prescrive la modifica statutaria entro 90 gg. dalla promulgazione.Passati abbondantemente i prescritti 90 gg. senza che il presidente del consiglio comunale e il sindaco sentano il dovere di predisporre la proposta di deliberazione di modifica statutaria da sottoporre all'approvazione del consiglio comunale.Si premette che per l'approvazione di una modifica statutaria è necessaria la maggioranza qualificata dei 2/3 dei consiglieri assegnati o la maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati in successivi consigli comunali da tenersi entro 20gg.Nell'inoperosità del sindaco e del presidente del c.c. i consiglieri diminoranza chiedono la convocazione del c.c. con all'odg la modifica statutaria,nella conseguente seduta la proposta ottiene 6 voti favorevoli e 5 contrari.Continua l'inattività del presidente del c.c. e del sindaco.Ancora una volta i consiglieri di minoranza chiedono la convocazione del c.c. per discutere ed approvare la modifica statutaria nella conseguente seduta la proposta ottiene 7 voti favorevoli e 5 contrari.A norma,si ritiene che entro 20gg si sarebbe dovuto convocare ulteriore c.c. per verificare se la maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati persiste.Ancora una volta il presidente non ritiene di convocare il c.c. per l'ulteriore votazione,anzi convo il c.c.senza inserire all'odg la modifica statutaria.Al chè i consiglieri di minoranza chiedono l'inerimento nell'odg della modifica statutaria ma il presidente persiste nel non inserimento giustificando con una nota che la modifica statutaria deve essere prima approvata dalla g.m..Sono trascorsi500 gg per l'adempimento previsto dalla norma regionale ad oggi tutto fermo.Cosa fare ?è regolare il comportamento del presidente del c.c.? (è la stessa persona cheha fatto ricorso al TAR per la diminuzione dell'indennità di carica).Si chiedono pareri e suggerimenti operativi.Grazie

levizz

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 05.06.12

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Statuto

Messaggio  Paolo Gros il Dom 29 Lug 2012 - 0:39

Richiederei una convocazione straordianria del consifglio comunale a richiesta del numero minimo di consiglieri inserito nelleo statuto interppelando ex ante il consiglio stesso sul fatto descritto.
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum