Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» Cambio compensativo
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Mobilità compensativa tra infermieri
Ven 25 Set 2015 - 1:12 Da Admin

» Verifica Equitalia
Gio 19 Feb 2015 - 2:17 Da Admin

» split payment
Gio 19 Feb 2015 - 2:16 Da Admin

» codice univoco fatture - IPA
Mer 18 Feb 2015 - 23:29 Da Admin

» tassa rifiuti- delibera di assimilazione
Mer 18 Feb 2015 - 3:33 Da Admin

» graduatoria a T.D.-riflessione
Lun 16 Feb 2015 - 23:57 Da Admin

» BONUS RENZI COMPENSAZIONE F24
Lun 16 Feb 2015 - 6:08 Da Admin

» pensioni S7 - servizi stampati non in ordine di data
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» congedo parentale
Lun 16 Feb 2015 - 0:59 Da Admin

» conflitto di interesse???
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» ICI / IMU IMPIANTI DI RISALITA
Ven 13 Feb 2015 - 4:18 Da Admin

» campo da calcio comunale
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» pensioni s7 e tabella voci emolumenti
Ven 13 Feb 2015 - 0:08 Da Admin

» Antenne. microcelle outdoor
Gio 12 Feb 2015 - 3:51 Da Admin

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum
Calcolo Irpef on line
http://www.irpef.info/

il segretario sostituira' gli uffici in caso di mancata risposta entro i termini

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

il segretario sostituira' gli uffici in caso di mancata risposta entro i termini

Messaggio  Paolo Gros il Mer 30 Mag 2012 - 4:22

L’entrata in vigore della Legge 35/2012 di conversione del Decreto legislativo 5/2012 ha sancito che, con decorrenza da Aprile 2012 (e fino a quando l’amministrazione non si sarà data una norma regolamentare), il direttore generale e, negli enti locali che ne sono sprovvisti, il segretario, sostituiranno gli uffici in caso di mancata risposta entro i termini alle istanze presentate dai cittadini.

La disposizione invita, quindi, le amministrazioni ad individuare il dirigente o i dirigenti che si sostituiranno a quelli competenti in caso di mancata risposta. Sino a quando non si procede a tale individuazione, la norma prevede che si identifichi nel ruolo in dirigente generale o il segretario.

In caso di assenza di risposta entro i termini previsti, il privato interessato dovrà presentare una richiesta per l’attivazione del nuovo istituto. Il dirigente-sostituto, a sua volta dovrà garantire una risposta entro un termine massimo pari alla metà della scadenza ordinaria e potrà decidere se procedere autonomamente oppure avvalersi degli uffici o, ancora, nominare un commissario “ad-acta”.

In sintesi, i vertici apicali delle pubbliche amministrazioni saranno le figure chiamate a commissariare gli uffici che ritardano nella risposta alle istanze presentate dai cittadini.

Con questa norma si offre al cittadino uno strumento di tutela nei casi di silenzio-rigetto delle amministrazioni, oltre alla possibilità di ricorso al Tar regionale

Fonte :Almacentroservizi
avatar
Paolo Gros
Admin

Messaggi : 51828
Data d'iscrizione : 30.07.10

Vedi il profilo dell'utente http://paologros.oneminutesite.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: il segretario sostituira' gli uffici in caso di mancata risposta entro i termini

Messaggio  arcobaleno2011 il Gio 31 Mag 2012 - 5:28


Ecco uno schema tipo di delibera..


ART. 2 LEGGE 241/1990 - CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO - INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO CUI ATTRIBUIRE IL POTERE SOSTITUTIVO IN CASO DI INERZIA DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO.

LA GIUNTA COMUNALE

Premesso che la Pubblica Amministrazione ha il dovere di concludere il procedimento amministrativo mediante l’adozione di un provvedimento espresso entro il termine previsto dalla legge o dal regolamento ovvero, laddove le disposizioni di legge o regolamentari non prevedano un termine diverso, entro il termine di trenta giorni.
Visto l’art. 2, commi 9-bis, 9-ter, 9-quater e 9-quinquies, della Legge 7 agosto 1990, n. 241, come modificata ed integrata, da ultimo, dal D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, i quali dispongono, rispettivamente, che:
- comma 9-bis: “L’organo di governo individua, nell’ambito delle figure apicali dell’amministrazione, il soggetto cui attribuire il potere sostitutivo in caso di inerzia. Nell’ipotesi di omessa individuazione il potere sostitutivo si considera attribuito al dirigente generale o, in mancanza, al dirigente preposto all’ufficio o in mancanza al funzionario di più elevato livello presente nell’amministrazione”;
- comma 9-ter: “Decorso inutilmente il termine per la conclusione del procedimento o quello superiore di cui al comma 7, il privato può rivolgersi al responsabile di cui al comma 9-bis perché, entro un termine pari alla metà di quello originariamente previsto, concluda il procedimento attraverso le strutture competenti o con la nomina di un commissario”;
- comma 9-quater: “Il responsabile individuato ai sensi del comma 9-bis, entro il 30 gennaio di ogni anno, comunica all’organo di governo, i procedimenti, suddivisi per tipologia e strutture amministrative competenti, nei quali non è stato rispettato il termine di conclusione previsti dalla legge o dai regolamenti. Le amministrazioni provvedono all’attuazione del presente comma, con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica”;
- comma 9-quinquies: “Nei provvedimenti rilasciati in ritardo su istanza di parte è espressamente indicato il termine previsto dalla legge o dai regolamenti di cui all’articolo 2 e quello effettivamente impiegato”.
Visto l’art. 97, comma 4, del T.U. sull’ordinamento degli enti locali, approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, in virtù del quale “Il segretario sovrintende allo svolgimento delle funzioni dei dirigenti e ne coordina l’attività”.
Visto il vigente Regolamento sul procedimento amministrativo, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.45 del 29.11.2010;
Visto, altresì, l’art. 48, comma 3, del T.U.E.L. 267/2000, in virtù del quale è di competenza della Giunta comunale l’ordinamento degli uffici e dei servizi.
Ritenuto, per quanto sopra esposto, di individuare nel Segretario comunale dell’ente il soggetto cui attribuire il potere sostitutivo in caso di inerzia del Responsabile del procedimento ed a cui il privato può rivolgersi per la conclusione del procedimento.

D E L I B E R A

1.Di individuare – ai sensi e per gli effetti dell’art. 2, comma 9-bis, della Legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i. – nel Segretario comunale dell’ente il soggetto cui attribuire il potere sostitutivo in caso di inerzia del Responsabile del procedimento ed a cui il privato può rivolgersi per la conclusione del procedimento stesso.

2.Di disporre che i responsabili dei procedimenti di loro competenza indichino in ogni comunicazione relativa ai procedimenti stessi, il nominativo del titolare del potere sostitutivo.

3.Di provvedere alla diffusione della presente deliberazione con la pubblicazione, oltre che all'Albo Pretorio comunale on-line, nella sezione “Trasparenza, Valutazione e Merito” del sito dell’Ente.






arcobaleno2011

Messaggi : 158
Data d'iscrizione : 15.09.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum